PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ

(D.P.R. 21/11/2007 n. 235, art. 3 – Del. C.I. 22/1/2008 n. 18)

Il patto di corresponsabilità dell’Istituto di Istruzione Superiore “Ettore Bolisani” definisce diritti e doveri della Scuola, dei Genitori e degli Alunni nel rapporto educativo.

La nostra scuola è una comunità educante che assicura libertà di espressione, di pensiero, di coscienza e di religione a tutte le sue componenti. A tal fine si richiede il rispetto della democrazia e della centralità della persona a tutte le componenti scolastiche, nell’intento di attuare la promozione personale e culturale degli studenti.

Il patto intende esplicitare diritti e doveri di ogni componente con lo scopo di:

  • accrescere il senso di responsabilità;
  • favorire la partecipazione;
  • consentire verifiche e valutazioni dell’attività scolastica al fine di poter migliorare continuamente.

I docenti si impegnano a:

  • Conoscere l’Offerta Formativa;
  • Conoscere il Regolamento d’Istituto e favorirne il rispetto;
  • Essere puntuali alle lezioni, precisi nelle consegne di programmazioni, verbali e negli adempimenti previsti dalla scuola;
  • Non usare mai in classe il cellulare;
  • Rispettare gli alunni, le famiglie e il personale della scuola;
  • Essere attenti alla sorveglianza degli studenti in classe e nell’intervallo;
  • Informare studenti e genitori del proprio intervento educativo e del livello di apprendimento degli studenti;
  • Informare gli alunni degli obiettivi educativi e didattici, dei tempi e delle modalità di attuazione;
  • Esplicitare i criteri per la valutazione delle verifiche orali, scritte e di laboratorio;
  • Prendere contatti con le famiglie in caso di effettiva necessità;
  • Comunicare a studenti e genitori con chiarezza i risultati delle verifiche scritte, orali e di laboratorio;
  • Effettuare almeno il numero minimo di verifiche come previsto dai Dipartimenti disciplinari;
  • Correggere e consegnare i compiti entro 15 giorni e, comunque, prima della prova successiva;
  • Realizzare un clima scolastico positivo fondato sul dialogo e sul rispetto;
  • Favorire la capacità di iniziativa, di decisione e di assunzione di responsabilità;
  • Incoraggiare gli studenti ad apprezzare e valorizzare le differenze;
  • Pianificare il proprio lavoro, in modo da prevedere anche attività di recupero e sostegno il più possibile personalizzate;
  • Favorire un clima di collaborazione e rispetto tra tutte le componenti presenti e operanti nella scuola (studenti, genitori, docenti).

Le studentesse e gli studenti si impegnano a:

  • Conoscere l’Offerta Formativa;
  • Conoscere il Regolamento d’Istituto e favorirne il rispetto;
  • Essere puntuali alle lezioni e frequentarle con regolarità;
  • Non utilizzare il telefono cellulare in classe e negli spazi della scuola non autorizzati;
  • Non utilizzare strumenti atti alla registrazione audio/video all’interno dell’Istituto;
  • Lasciare l’aula solo se autorizzati dal docente;
  • Chiedere di uscire dall’aula solo in caso di necessità ed uno per volta;
  • Intervenire durante le lezioni in modo ordinato e pertinente;
  • Rispettare i compagni, il personale della scuola;
  • Rispettare le diversità personali e culturali, la sensibilità altrui;
  • Rispettare gli spazi, gli arredi ed i laboratori della scuola;
  • Partecipare al lavoro scolastico individuale e/o di gruppo;
  • Svolgere regolarmente il lavoro assegnato a scuola e a casa;
  • Favorire la comunicazione scuola/famiglia;
  • Sostenere regolarmente le verifiche previste dai docenti;
  • Favorire un clima di collaborazione e rispetto tra tutte le componenti presenti e operanti nella scuola (studenti, genitori, docenti).

I genitori si impegnano a:

  • Conoscere l’Offerta formativa della scuola;
  • Conoscere il Regolamento d’Istituto e favorirne il rispetto;
  • Collaborare al progetto formativo partecipando, con proposte e osservazioni migliorative, a riunioni, assemblee, consigli e colloqui;
  • Controllare regolarmente il libretto personale del proprio figlio e contattare la scuola per eventuali informazioni;
  • Rivolgersi ai docenti e al Dirigente Scolastico in presenza di problemi didattici o personali;
  • Fornire informazioni utili alla conoscenza dello studente, che la scuola si impegna a tenere riservate;
  • Favorire un clima di collaborazione e rispetto tra tutte le componenti presenti e operanti nella scuola (studenti, genitori, docenti).

Il personale non docente si impegna a:

  • Conoscere l’Offerta Formativa della scuola e a collaborare a realizzarla, per quanto di competenza;
  • Conoscere il Regolamento d’Istituto e favorirne il rispetto;
  • Essere puntuale e a svolgere con precisione il lavoro assegnato;
  • Garantire il necessario supporto alle attività didattiche, con puntualità e diligenza;
  • Segnalare ai docenti e al Dirigente Scolastico eventuali problemi rilevati;
  • Favorire un clima di collaborazione e rispetto tra tutte le componenti presenti e operanti nella scuola (studenti, genitori, docenti).

Il Dirigente Scolastico si impegna a:

  • Garantire e favorire l’attuazione dell’Offerta Formativa, ponendo studenti, genitori, docenti e personale non docente nella condizione di esprimere al meglio il loro ruolo;
  • Garantire a ogni componente scolastica la possibilità di esprimere e valorizzare le proprie potenzialità;
  • Garantire e favorire il dialogo, la collaborazione e il rispetto tra le diverse componenti della comunità scolastica;
  • Cogliere le esigenze formative degli studenti e della comunità in cui la scuola opera, per ricercare risposte adeguate;
  • Cogliere le esigenze di ogni componente della comunità scolastica per ricercare risposte adeguate.

Pagine Correlate

     Nessuna pagina

Categorie

     Nessuna categoria